CittàOggi aderisce all'
Eventi e Cultura
Rho, Presentazione del Progetto “Itinera”, un aiuto alla dispersione scolastica

01 Febbraio 2010

Presentazione del Progetto “Itinera”, un aiuto alla dispersione scolastica

Rho Durante la serata di venerdì 5 Febbraio si terrà presso la Sala Convegni del Centro, in Piazza San Vittore n. 24, un incontro dedicato al fenomeno della dispersione scolastica, che coinvolge il mondo scolastico, quello familiare e anche quello sociale, per i riflessi sempre più frequenti e in crescita.

Organizzata dalla Società Cooperativa Sociale Metafora Onlus con il Patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Rho e sostenuta da Regione Lombardia – Famiglia e Solidarietà Sociale, la serata del 5 Febbraio sarà l’occasione per illustrare il Progetto ITINERA, finanziato dalla L.R. 23/99 Bando 2009, che offre servizi utili anche a contrastare la dispersione scolastica, coinvolgendo Enti del Terzo Settore e diverse realtà del volontariato sociale.

Gli organizzatori presenteranno come una risorsa su territorio rhodense il loro Progetto, in termini di:

1.Metodologia di lavoro: azioni di contrasto al fenomeno della dispersione scolastica;
2.Attività e servizi attivati: aiuto compiti; orientamento; sportello d’ascolto; laboratori creativi (cinematografia, canto, teatro, coreografia);
3.Obiettivi: realizzazione di uno spettacolo da parte dei ragazzi partecipanti;
4.Modalità di invio utenza.

Alla serata introduttiva parteciperanno:

Carolina Pellegrini, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Rho;
Marco Dallatomasina, Dirigente dell’Area Servizi Sociali del Comune di Rho;
Alberto Celin, Psicologo, Coordinatore del Progetto ITINERA Cooperativa Sociale Metafora Onlus;
Maddalena Mella, Psicologa, Psicoterapeuta, Formatrice Cooperativa Sociale Metafora Onlus;
Heidi Denti, Psicomotricista Cooperativa Sociale Metafora 0nlus.


L’Assessore Carolina Pellegrini sottolinea la valenza, non solo informativa, della serata:

«La dispersione scolastica è un problema molto complesso, che riguarda i giovani, le scuole, le famiglie, la comunità tutta. Poter evitare risultati negativi e potenzialmente rischiosi, a livello personale e anche sociale, è un obiettivo comune per chi si occupa di educazione, di servizi alla persona e di politiche sociali. Collaborando con gruppi organizzati, attraverso uno scambio di informazioni, di esperienze e di competenze, possiamo offrire servizi più efficaci rispetto a quelli già previsti dagli operatori comunali, efficienti e preparati, ma cui non sempre si rivolgono direttamente i soggetti più deboli e in difficoltà, come sempre più spesso sono i nostri giovani.»



CittàOggiWeb






Altri articoli da Rho
Altri articoli di Eventi e Cultura
Loading
Notizie in Rete
Annunci personali




La tua area riservata

Registrati gratis - Recupera i tuoi dati persi

Inserisci la tua Username >
Inserisci la tua Password ›



Focus


Ricevi CittàOggi - Pubblicità - Scrivi alla redazione - Lavora con noi

Guarda le VideoNotizie

Tutti i video