CittàOggi aderisce all'
Notizie in rete
Dal Web, Federfarma: da Lodi un modello per le farmacie rurali

16 Luglio 2013
Il successo di prenotazioni di visite ed esami

Federfarma: da Lodi un modello per le farmacie rurali

Dal Web E’ boom di visite ed esami prenotati in farmacia nella provincia di Lodi: nel primo semestre 2013 si è arrivati a 1.345 prenotazioni (contro le 335 dello stesso periodo del 2012). Il dato è tanto più significativo se si considera l’alta percentuale di farmacie rurali in provincia di Lodi: 42 che, sommate a quelle comunque periferiche o uniche, porta ad un totale di 47 (68%) su un totale di 69.
Il successo delle prenotazioni nelle farmacie lodigiane tramite il C.U.P. è stato presentato nel corso di una conferenza stampa, organizzata da Federfarma provinciale con la partecipazione dell’ASL di Lodi (Il CUP, Centro Unico Prenotazioni, consente di prenotare in farmacia le visite e gli esami specialistici in regime di Servizio Sanitario Nazionale).
E’ stato sottolineato che le statistiche riguardanti la provincia di Lodi non rappresentano affatto un caso unico o anomalo, ma al contrario comune a molte realtà rurali presenti nel territorio italiano (sono oltre 6.000 le farmacie rurali italiane). La prerogativa della provincia di Lodi è di essere rappresentativa dell’Italia.
“La realtà italiana è quella di una società di piccoli comuni nei quali la farmacia è spesso l’unico presidio del Servizio sanitario nazionale” ha spiegato Annarosa Racca Presidente nazionale di Federfarma “la rete delle farmacie è una efficiente rete capillare che, ancor più con la Farmacia dei servizi, è una risorsa per il Servizio sanitario. Collaborando attivamente con le ASL la farmacia riesce ad offrire importanti strumenti a favore del cittadino es. CUP, consegna a domicilio, supporto agli screening. Questa funzione sociale della farmacia come presidio sul territorio va sottolineata e difesa".
Contestualmente ai dati sul CUP, sono state presentate anche le statistiche sull’andamento delle consegne a domicilio dei farmaci da parte delle farmacie in provincia di Lodi: l’80% delle farmacie lodigiane effettua regolarmente le consegne a domicilio dei farmaci, circa 5/10 consegne al mese per ogni farmacia, un servizio gratuito per la maggioranza delle farmacie (solo per il 3% è a pagamento).
Oltre alla consegna a domicilio dei farmaci, le farmacie lodigiane sono risultate particolarmente attive nella dispensazione dei materiali per lo screening sul tumore del colon-retto e la diabetica. Sono stati eseguiti, dall’inizio della campagna di screening, 67.534 esami di cui circa 50.000 (74%) di provenienza dalle farmacie locali (che dal 2008 collaborano sullo screening).



CittàOggiWeb






Altri articoli da Dal Web
Altri articoli di Notizie in rete
Loading
Notizie in Rete
Annunci personali




La tua area riservata

Registrati gratis - Recupera i tuoi dati persi

Inserisci la tua Username >
Inserisci la tua Password ›



Focus


Ricevi CittàOggi - Pubblicità - Scrivi alla redazione - Lavora con noi

Guarda le VideoNotizie

Tutti i video